Casa nostra - Attività
Casa Nostra è una casa famiglia del week-end che nasce con la voglia di dare una risposta concreta all'esigenza di ragazzi con la sindrome di Down

Dieci anni fa, maggio 2003, nasceva il progetto “CASA NOSTRA”, una casa famiglia in centro città, dove le persone con Sindrome di Down potessero cominciare a sperimentare la sensazione di un primo breve allontanamento dalla propria casa, a misurarsi con le difficoltà, grandi e piccole, della gestione quotidiana di un appartamento, ad iniziare insomma un percorso affascinante e complesso che li avrebbe guidati verso l’acquisizione di una maggiore autonomia.

Alla base di questo progehanno acquistato fiducia in setto c’era e c’è la consapevolezza di quanto siano cambiate le condizioni e le esigenze delle persone con Sindrome di Down nel corso degli anni: l’aspettativa di vita è aumentata in maniera esponenziale; le famiglie si sono liberate da vecchi stereotipi; nella scuola il concetto di integrazione è avanzato sensibilmente; il lavoro ha dimostrato potenzialità inaspettate. Le stesse persone con Sindrome di Down, attraverso il pur lento e faticoso percorso educativo e di sviluppo delle autonomie, hanno acquistato fiducia in se stesse ed hanno maturato la coscienza di poter diventare anch’esse, persone adulte.

Ecco dunque che il progetto “CASA NOSTRA” offre ai ragazzi, ma anche agli adulti che sinora non avevano avuto la possibilità di farlo, l’opportunità di vivere un’esperienza di vita fuori dal contesto familiare, CASA NOSTRA È UNA CASA FAMIGLIA DEL WEEK-END CHE NASCE CON LA VOGLIA DI DARE UNA RISPOSTA CONCRETA ALL'ESIGENZA DI RAGAZZI CON LA SINDROME DI DOWN l’occasione di socializzare e di gestire in autonomia un intero menage domestico.

Che cosa accade quindi nel corso di un week end a “CASA NOSTRA”:

  • Si fa la spesa, si cucina, si fanno le pulizie, si ricevono ospiti e amici;
  • Ci si prende cura della propria persona e della propria igiene;
  • Ci si confronta con gli altri e, valorizzando l’esperienza delle relazioni in un gruppo di pari, si sviluppa il senso di collaborazione ed il rispetto delle esigenze di tutti;
  • Cresce la consapevolezza che, pur avendo una disabilità, si può diventare “grandi” e si possono vivere esperienze da adulti al di fuori del contesto familiare;
  • Si sperimenta concretamente cosa vuol dire vivere senza i genitori o i familiari in un contesto di quotidianità nella propria città.

Oggi il progetto “CASA NOSTRA” coinvolge 42 utenti in età compresa tra i 15 ed i 53 anni. Ogni sessione, alla quale partecipano 5 persone con Sindrome di Down, 1 operatore ed 1 volontario, si svolge in un appartamento al centro di Pisa e dura dalla mattina del sabato al pomeriggio della Domenica.